Howard Stern risponde alle critiche di Jerry Seinfeld sulle sue "doti comiche" e alle scuse | Vanity Fair

15 Maggio 2024 2901
Share Tweet

Di Kase Wickman

Jerry Seinfeld si è scusato con Howard Stern dopo aver criticato il conduttore in un podcast pubblicato la scorsa settimana. Stern ha spiegato durante l'episodio di martedì del suo show che Seinfeld, "un nostro amico personale", aveva rapidamente preso contatto con lui per scusarsi.

"[Lui] mi ha chiamato immediatamente e mi ha detto: 'Oh, cavolo, ho fatto un casino e voglio scusarmi", ha detto Stern. "Fare una trasmissione in diretta, e alcune cose escono semplicemente in modo sbagliato?"

Ha detto che Seinfeld, 70 anni, si era "scusato per molto tempo" e aveva chiesto di partecipare "The Howard Stern Show" per spiegarsi, anche dopo che Stern, anch'egli 70enne, aveva detto di aver accettato le sue scuse.

“Ho detto: ‘Non è necessario, non voglio entrare nei dettagli. È imbarazzante, va bene'", ha detto Stern. “Ho detto: 'Ho dovuto scusarmi con te per le cose che ho detto, ho dovuto chiamare le persone e scusarmi per le cose che ho fatto in onda quando sono un grande fan di queste persone. Non so cosa mi prenda, a volte faccio dei casini."

Seinfeld è apparso nel podcast di Dana Carvey e David Spade, Fly on the Wall, la scorsa settimana e ha detto che altri talk show avevano "superato" quello di Stern definendo il loro "il migliore in onda".

"Howard Stern ha inventato tutto questo, giusto?" ha detto. "Ma ora siamo migliori di lui. Howard è interessante. Howard è un ottimo intervistatore, ma il senso dell'umorismo, voglio dire, possiamo parlare apertamente?"

Ha poi attaccato Stern, aggiungendo: “voi ragazzi giocate bene insieme, è fluido. Non vi interrompete a vicenda, il che è fastidioso da ascoltare".

Il giorno successivo, si è scusato pubblicamente tramite una dichiarazione a Entertainment Weekly.

"Mi sento davvero male per quello che ho detto sul mio amico Howard Stern in una conversazione con David Spade e Dana Carvey, parlando dell'eccesso di podcast comici. Intendevo dire che deve sentirsi circondato ma ho detto 'superato', che è suonato terribile e offensivo", ha detto. "E ovviamente, nessuno di questi piccoli show rappresenta una minaccia per il suo gigantesco show. Comunque, è stato brutto e mi dispiace, Howie. Ti voglio ancora bene. Perdonami, per favore".

Durante il suo spettacolo di lunedì, Stern ha liquidato la faccenda, dicendo che aveva cercato di dire la stessa cosa a Seinfeld quando lo aveva chiamato la scorsa settimana, turbato per i suoi commenti.

“Jerry, non devi nemmeno farlo. Per favore. Questo è imbarazzante", ha detto Howard dei suoi commenti al suo collega comico. "Sono il re di andare in onda e avere milioni di rimpianti dopo".

"Scusa accettata, non mi importa, e sai cosa?", ha aggiunto, "Se non sono un comico, sono un intervistatore, non so cosa sono. Ho sempre considerato me stesso un po' un comico, ma qualunque cosa sia, non preoccuparti".

Stern si è trovato nella stessa posizione, ha detto.

“Ho detto: ‘Non è necessario, non voglio approfondire. È imbarazzante, va bene'", ha detto. “Ho detto: 'Ho dovuto scusarmi con te per le cose che ho detto, ho dovuto chiamare le persone e scusarmi per le cose che ho fatto in onda quando sono un grande fan di queste persone. Non so cosa mi prenda, a volte faccio dei casini."

Stern ha notato che Seinfeld stava attraversando "una settimana davvero brutta", forse facendo riferimento anche al fine settimana di Seinfeld, quando gli studenti hanno interrotto il suo discorso di commiato alla Duke e sono usciti in una protesta di azione pro-Palestina.


ARTICOLI CORRELATI