Alluvioni Ingolfano Porto Alegre: Piogge Torrenziali Scatenano Inondazioni Distruttive in Brasile

16 Maggio 2024 1567
Share Tweet

Immagine satellitare dell'area del centro di Porto Alegre allagata, catturata l'8 maggio 2024 dal Operational Land Imager su Landsat 8.

Le piogge torrenziali hanno scatenato inondazioni diffuse e distruttive nello stato di Rio Grande do Sul, lo stato più meridionale del Brasile. La NASA sta fornendo dati satellitari critici per supportare gli sforzi di soccorso ed evidenziare il modello più ampio del cambiamento climatico che guida tali eventi meteorologici estremi.

Forti tempeste con venti forti e pioggia torrenziale hanno iniziato a spazzare il Rio Grande do Sul, lo stato più meridionale del Brasile, il 27 aprile 2024. In alcune aree, più di 300 millimetri (12 pollici) di pioggia sono caduti in meno di una settimana, portando i fiumi a straripare e a causare inondazioni diffuse e distruttive.

L'OLI (Operational Land Imager) su Landsat 8 ha catturato un'immagine (sopra) del centro di Porto Alegre allagato l'8 maggio 2024. L'acqua delle inondazioni ha sommerso il quartiere storico, ha provocato la chiusura dell'aeroporto internazionale, ha travolto gli stadi principali e ha reso impraticabili diverse autostrade.

Il MODIS (Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer) sui satelliti Terra e Aqua della NASA ha acquisito queste immagini (sotto) il 6 maggio e il 20 aprile, durante e prima delle inondazioni. L'acqua ha superato gli argini dei fiumi Jacuí, Cai e Sinos, inondando parti di Porto Alegre, la capitale dello stato. L'acqua delle inondazioni si è anche riversata in diverse altre città, paesi e terreni agricoli a monte. Il ruscellamento, macchiato di marrone con sedimenti sospesi, è visibile che scorre nella laguna Patos, a sud di Porto Alegre.

Immagine satellitare durante e prima dell'inondazione, catturata il 6 maggio e il 20 aprile 2024 dal Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer sui satelliti Terra e Aqua della NASA.

Le inondazioni hanno causato il caos in tutto lo stato di Rio Grande do Sul. Più di 160.000 persone sono state sfollate e decine di persone sono morte, secondo l'agenzia per la protezione civile di Rio Grande do Sul. Lo stato è un importante produttore ed esportatore di soia, riso, grano e carne. Gli agricoltori stanno già segnalando danni estesi in diverse aree, e gli analisti prevedono che i danni ai silos e ad altre strutture di stoccaggio, alle reti di trasporto e ai porti interromperanno le esportazioni di grano.

Secondo l'Istituto Nazionale di Meteorologia del Brasile (INMET), l'indebolimento di El Niño ha contribuito alle piogge estreme della regione aiutando a dirigere i fronti freddi verso il Rio Grande do Sul e concentrando l'instabilità atmosferica sullo stato. L'acqua insolitamente calda nell'Oceano Atlantico Meridionale ha aumentato i livelli di umidità, provocando una collisione tra l'aria calda e umida dell'Amazzonia e l'aria più fredda a sud dello stato che ha rafforzato le tempeste, ha detto l'INMET.

La pioggia estrema si inserisce in un modello più ampio di cambiamento che gli scienziati del clima si aspettano di vedere in questa regione a causa dell'aumento delle concentrazioni atmosferiche di anidride carbonica e altri gas serra. Questa parte del Sud America dovrebbe vedere aumenti significativi nel totale delle precipitazioni annuali e nei massimi di precipitazione di 5 giorni all'anno entro il 2050, secondo il sesto rapporto di valutazione del gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici. Le previsioni si basano su simulazioni del CMIP-6 (Coupled Model Intercomparison Project), un progetto multimodale che incorpora i risultati di modellazione del GISS ModelE, un modello di circolazione generale sviluppato dall'Istituto Goddard per gli studi spaziali della NASA.

Il Global Flood Product della NASA mostra inondazioni estese nel Rio Grande do Sul, Brasile, il 6 maggio, dopo le devastanti piogge forti nella regione. Il prodotto di 1 giorno è mostrato qui, con #inondazioni in rosso e acqua superficiale normale in blu.

Scopri i dati:

— NASA Earth Data (@NASAEarthData) 7 maggio 2024

Il programma di scienze applicate terrestri della NASA è stato attivato per supportare i partner che rispondono all'evento. Il team sta utilizzando i dati satellitari per mappare le frane e identificare le regioni senza energia elettrica. Man mano che diventano disponibili nuove informazioni, il team pubblicherà mappe e prodotti dati sul suo portale di mappatura ad accesso aperto. Tra questi c'è il prodotto Global Flood in tempo quasi reale della NASA, che ha mostrato inondazioni estese dentro e intorno alla città il 6 maggio 2024 (sopra).

Immagini dell'Osservatorio della Terra della NASA di Wanmei Liang, utilizzando dati MODIS da NASA EOSDIS LANCE e GIBS/Worldview e dati Landsat dal U.S. Geological Survey.


ARTICOLI CORRELATI